UN PIC-NIC… MOZZAFIATO! | Una fiaba sulle manovre salvavita da arresto cardiaco

Hai mai sentito parlare di  rianimazione cardiopolmonare(RCP)?

E sapevi che ogni anno oltre 400.000 persone in Europa di cui 60.000 in Italia sono colpite da arresto cardiaco improvviso? 

Un fenomeno ampio e che purtroppo in molti casi avviene perché chi è vicino non sa come intervenire.

Se i testimoni di un arresto cardiaco iniziano subito la RCP, prima dell’arrivo dei soccorsi, le possibilità di sopravvivenza della vittima aumentano di due/tre volte. Purtroppo questo accade solo nel 15% dei casi per paura di non sapere cosa fare o di provocare danni. Se riuscissimo ad aumentare questa percentuale dal 15% al 50-60% dei casi, potremmo salvare circa 100.000 persone all’anno.

Se parliamo di bambini, invece, il motivo di arresto cardiaco più frequente, è l’ostruzione delle vie aeree, con giocattoli, oggetti piccoli o cibo: per questo, in molti, tra enti privati e scuole, organizzano corsi di primo soccorso per genitori e nonni.

Per questo IRC,  Italian Resuscitation Council, che organizza periodicamente campagne di sensibilizzazione sul territorio italiano, ha pensato di aumentare la portata, diffondendo il problema dell’arresto cardiaco, creando una fiaba, in collaborazione con Elastico, la società italiana di app multimediali, già vincitrice di numerosi premi, tra cui l’ultimo Premio Andersen.

Si chiama “Un pic-nic…mozzafiato!“, una fiaba disegnata da Valeria Petrone,  multimediale scaricabile gratuitamente su tablet e smartphones, per apprendere cosa si dovrebbe fare in caso di arresto cardiaco e di ostruzione delle vie aeree.

La fiaba è dedicata ai ragazzi tra 6-10 anni e sarà distribuita gratuitamente online, su piattaforma iOS e Android su Tablet e cellulari per rendere fruibile la fiaba al più alto numero di persone in Italia e in Europa e sarà disponibile sia in lingua italiana che inglese.

Per completare e implementare la storia anche con una sessione di gioco interattivo per i bambini, con cui potranno imparare e memorizzare metodi e manovre salvavita da arresto cardiaco, è attiva una campagna Eppela, per raccogliere fondi.

Maggiori dettagli qui.

Poche regole, imparate fin da piccoli, non si dimenticano mai più.

Gli diamo una mano?

 

 

 

Rispondi