Wooden toys

MilaniWood, suprise
MilaniWood, suprise

A me è successo con un triciclo. Tutto in legno. Tanto bello, quanto inutile. Preso quando troppo grande; cercato di usare quando già troppo piccolo.
Perché ci sono giochi che ispirano a prima vista. Sai già che probabilmente saranno inutili, che resteranno pura decorazione forse per mesi in qualche angolo della camera, ma non riesci a resistere e li acquisti comunque.
Certo. Dipende anche dai bimbi. Ma solitamente, gli incriminati, almeno nel mio caso, sono in legno e sono studiati oltre che per i piccoli, per colpire al cuore i genitori, ispirando infanzia, armonia e decor allo stesso tempo.

Ci sono giochi invece che spopolano tra i più piccoli, grazie non solo a colori e forme accattivanti, ma anche grazie al fatto che sono multifunzionali.
Ovvero possono essere utilizzati in più fasi della crescita, in modi completamente diversi e dettati soprattutto dalla fantasia.

Ce ne sono parecchi.

Playset DwellStudio
Playset DwellStudio


Io, ad esempio, mi sono innamorata di questi blocchi in legno, di DwellStudio, il marchio americano specializzato in arredi e complementi per grandi e piccini: si chiamano multicreative play sets, ispirati agli animali della foresta, della fattoria o allo skyline della città.
Un modo per imparare, nel tempo, nuove parole, costruire paesaggi, o applicarsi nel disegnarne le forme.
È alla fine, quando proprio non c’è più speranza, andare ad occupare qualche angolino della libreria…

Playset DwellStudio
Playset DwellStudio

Ma del resto, avendo un masculo, anche le costruzioni cominciano ad andare per la maggiore. I classici mattoncini, certo. Ma da quando mi sono imbattuta in Milani Wood, non sono più la stessa.

Prodotti in legno, naturale o colorato, disponibili in tantissime forme, da comporre a piacere. Come con Suprise, un sacchetto da 4 kg, pieno di forme diverse derivanti dagli scarti di lavorazione, da comporre, sovrapporre e con cui costruire di ogni, da utilizzare anche come intelligente attività didattica negli asili, anche se non propriamente certificati come giocattolo, visto che i vari pezzi sono sempre diversi e legati alla produzione.

Perché, come recita il sito, non ci sono regole, giusto o sbagliato, vince la creatività. Il pomolo diventa un albero, il tranciato un palazzo, le griglie rotaie. E tutto può  essere colorato, ricoperto o reinventato. Magari insieme, per tornare un po’ bambini e allenare di nuovo la fantasia.

Milaniwood, surprise
Milaniwood, surprise

Rispondi