Manuale di Playmobil domestico |Pirati come supereroi

“…generazione di sconvolti che non han più santi né eroi”. Ma, potrei dire, per fortuna ci sono i pirati (playmobil). I nuovi eroi sono loro. Sono piccoli, ma forti. Non troppo buoni, ma nel complesso educati. Rispetto al passato si lavano di più, hanno, ad esempio, il pallino per spazzolino e dentifricio. Mangiano spinaci, carote,Continua a leggere “Manuale di Playmobil domestico |Pirati come supereroi”

The Play: Toys, Sets, Rules | Giocattoli modernisti al London Festival of Architecture

In occasione del London Festival of Architecture, lo studio Systems Project ha realizzato una mostra di giocattoli del periodo modernista. La raccolta, frutto di un lungo lavoro di ricerca anche tra collezionisti e appassionati, è l’insieme di famosi progetti della prima metà del secolo scorso, progettati e costruiti con i canoni di semplicità e diContinua a leggere “The Play: Toys, Sets, Rules | Giocattoli modernisti al London Festival of Architecture”

io riciclo, tu ricicli | la nuova linea Playmobil

La chiamavamo educazione civica. Un libretto, infarcito di norme, relegato spesso come penultima ora del sabato. Quando ancora di sabato si andava tutti a scuola. Norme, leggi, regole, per capire come funziona il mondo. Materia difficile da farsi entrare in testa, come tutti quegli argomenti nozionistici che non hanno associato nessuna attività pratica. Perché, ilContinua a leggere “io riciclo, tu ricicli | la nuova linea Playmobil”

HOCKOsklep, I love cardboard

Cartone, sempre cartone. Le potenzialità di questo materiale sono davvero tante e, complice una grande possibilità di personalizzazione, unita alla leggerezza, l’uso è davvero molto vario. Soprattutto nel campo dei bimbi. Questa volta, grazie ad Helena, ho scoperto HOCKOsklep, un brand polacco che è specializzato nella produzione di costruzioni in cartone. Non blocchi precostruiti, maContinua a leggere “HOCKOsklep, I love cardboard”

Wishbone Design Studio

Io credo nei colpi di fulmine. Quelle sbandate che ti accartocciano lo stomaco quasi al primo sguardo. Sguardo che non necessariamente implica un’altra persona. L’oggetto in questione può essere, ad esempio, una borsa, un abito o cose così. In questo caso è un gioco. Si, perchè venerdì sono stata al Macef e tra le novitàContinua a leggere “Wishbone Design Studio”