Light beyond Life | la mia esperienza in Linea Light Group

DSC4566

La luce è una presenza silenziosa e allo stesso tempo fondamentale, per avere percezione dello spazio e viverlo al meglio. Una cattiva illuminazione genera mancanza di comfort. In ogni settore. Per un progettista è cruciale sapere come lavorare con la luce, per dare maggiore vivibilità ad un dato ambiente.

E’ per questo che, ho preso parte volentieri al mio primo blogger day: Light Beyond Life, una giornata alla scoperta di Linea Light Group, azienda leader nel settore illuminotecnico a livello nazionale e internazionale, con numerosi progetti all’attivo, nel campo retail, residenziale e dell’ufficio.
Al di là della bella esperienza e delle nuove conoscenze fatte, il tour mi ha permesso di conoscere una realtà che va ben oltre il Made in Italy e la produzione di qualità.

Siamo nel Trevigiano, in una zona industriale già nota per altre realtà del panorama di arredo, elettrodomestici e accessori per l’ambiente domestico.
Qui, non solo lavorano più di un centinaio di persone, in un’azienda attiva dal 1985, ma è stato realizzato all’interno un Light Village, in cui ammirare, riconoscere e scoprire, le produzioni che l’azienda ha all’attivo e le relative applicazioni.

12224656_456959061154800_1372317948_n

Interessante anche la palestra di Luce, come è stata definita da uno dei light designer presenti all’incontro; un luogo in cui non solo vedere le luci esposte, ma applicate e al lavoro, così da poterne valorizzare o correggere effetti e difetti.
4 i marchi compresi:

 i-lèd Tràddel Linealight e Ma&De, ognuno con una sua peculiarità e differenti aspetti della progettazione architettonica e luminosa, dall’ufficio, alla resa quasi naturale per complementi e arredi.

La luce non è solo un discorso per grandi. Quanto è fondamentale la giusta applicazione luminosa all’interno di spazi per bambini? Avete provato a girare per una scuola materna mal illuminata, in una giornata grigia del mese di novembre?

Non esistono solo le luci per la buonanotte, quando si parla di luci per i piccoli. Una buona (e bella) illuminazione, deve coinvolgere tutti, per avere massimo comfort. E non a caso Linea light group ha illuminato per 6 mesi le aree Reggio Children all’interno del Children park di Expo.

DSC4551-Edit Children-Park1

Un luogo in cui non solo puntare sull’illuminazione, ma su quella forza che, comunque in ogni situazione la luce ha, di creare emozioni, di comunicare e dare una percezione non solo funzionale, ma anche sensoriale, ad un ambiente.

12141816_952838941447135_1688712276_n

Proprio per questo, per aiutare progettisti e utenti finali, a trovare la giusta illuminazione non solo estetica, ma anche la corretta percezione luminosa che ogni ambiente deve avere, Linea light Group ha creato un nuovo e-commerce, proprie dedicato alla luce. Si chiama Lineainshop.com ed è una vera e propria piattaforma in cui imparare qualcosa di nuovo sull’illuminotecnica, progettare tramite apposito software l’illuminazione di un dato ambiente partendo dalle sue foto, e comprendere in pochi gesti come la luce possa essere applicata a livello estetico, oltre che funzionale, nella vita di tutti i giorni.

1842x846-foto-ott-nov-1170x550
** Durante la visita a Linea Light Group, il gruppo di blogger e giornalisti ha potuto visitare Ferrowine, un’enoteca meravigliosa a Castelfranco Veneto. Vino e bambini non vanno d’accordo. Lo sappiamo. Però, quanti di noi farebbero i salti mortali per avere una cantina così? 🙂

Grazie allo staff di entrambe le realtà.

Valentina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

One thought on “Light beyond Life | la mia esperienza in Linea Light Group

Rispondi