Campari Challenge

image
Le soddisfazioni delle letture estive sono uno dei piaceri della bella stagione. Un po’ come girare scalzi quando fuori il termometro oltrepassa i trenta. L’ultima, in ordine di tempo, riguarda vite, motori, storia e famiglie. Ovvero Il miglior tempo, libro d’esordio di Guido Meda. Tra aneddoti e racconti scanditi a suon di mezzi, una Milano a cornice che non c’è più e un’eleganza di fondo, che solo certi decenni hanno saputo regalare.

Dettagli ed eleganza che ritrovo nelle Scuderie Campari, azienda famigliare del parmense che dopo anni nel mondo dei motori, ha deciso di lanciare una linea di vetture a pedali per bambini.
Attenzione, non sono solo automobiline, ma veri pezzi da collezione. Non materiali qualsiasi, ma carbonio, ergal o kevlar, mixate a linee vintage e dettagli che non hanno niente da invidiare ad una storica delle Mille Miglia.
E per chi si volesse cimentare, c’è anche un ricco calendario di gran premi: il Campari Challenge, la cui prima edizione di è svolta già un paio di anni fa, naturalmente nel centenario della Parma – Poggio di Berceto. O ancora, aspettando proprio la Mille Miglia, il gran premio di auto a pedali, domani 16 maggio, a Parma.

Volete saperne di più? Guardate come è andata la gara di Gregorio… http://www.threelittlepigs.it/old-style-for-a-race-car-in-forte-dei-marmi/

image

image

One thought on “Campari Challenge

Rispondi